Maggiori informazioni su Istituto Trento Doc

Trentodoc, bollicine di montagna
L'Istituto Trento Doc, oggi, è costituito da 57 produttori, ciascuno dei quali persegue la sua personale filosofia, conferendo a questo metodo classico sfumature diverse. Uvaggio selezionato, territorio esclusivamente trentino, rifermentazione in bottiglia e contatto con lieviti molto prolungato sono i caratteri distintivi di Trentodoc "bollicine di montagna", la cui qualità è affidata al disciplinare di produzione, che fissa rigidi canoni e controlli lungo tutta la filiera.
È il 1993 l'anno del riconoscimento D.O.C. Trento, prima denominazione di origine controllata in Italia riservata a uno spumante metodo classico, una fra le prime al mondo.

Le viti adatte a diventare Trentodoc sono Chardonnay, Pinot nero, Pinot bianco e Meunier e crescono ad altitudini comprese tra i 200 e i 900 metri, con un clima influenzato dalle Dolomiti e dal Lago di Garda, con notevoli escursioni termiche fra giorno e notte.

A disposizione dal 2020 un’Applicazione mobile pensata per accompagnare le persone alla degustazione, nei momenti conviviali a casa e al ristorante o durante un viaggio, che contiene le informazioni su 57 case spumantistiche, 200 punti di interesse, 180 schede tecniche, una sezione dedicata agli appuntamenti #TrentodocTime.

Wine Enthusiast - fra le riviste più autorevoli al mondo per il vino – ha nominato per il 2020/21 il Trentino “Wine Region of the Year”. Nel concorso "Champagne & Sparkling Wine World Championships (CSWWC) 2020", ideato e presieduto da Tom Stevenson, fra i critici più autorevoli nel mondo delle bollicine, Trentodoc è stato lo spumante italiano più premiato in assoluto con 52 medaglie, 20 ori e 32 argenti.

Istituto Trento Doc
Via Suffragio 3, 38122 Trent